mission

Lavoriamo sull’informazione, la conoscenza e la comunicazione per la pianificazione urbana e territoriale. MHC [Mapping Hyperlocal Communities] offre servizi e prodotti di supporto alle attività di pianificazione urbanistica e paesaggistica e di promozione territoriale

I servizi e i prodotti offerti rispondono alla necessità di migliorare la qualità dei piani e progetti e ottimizzare i tempi per la loro redazione, attraverso:

  • il miglioramento della qualità e dell’accessibilità delle informazioni da utilizzare nei processi di piano e di progetto;
  • il miglioramento della conoscenza dei decisori pubblici della percezione degli abitanti e degli utenti di servizi rispetto alla città, al territorio e al paesaggio;
  • il miglioramento della comunicazione delle scelte di pianificazione adottate;

Profilo sintetico

Mapping Hyperlocal Communities – Progetto Territorio (Coopmhc) è uno SPIN-OFF Accademico dell’Università degli Studi di Firenze, una società cooperativa di lavoro costituita a settembre 2012 che ha come mission quella di introdurre innovazione in metodi e strumenti di rappresentazione interattiva per accrescere l’efficacia dei processi partecipati di trasformazione urbana e territoriale. La Società cooperativa è composta da 8 soci accomunati dalla attività svolte all’Università di Firenze, presso i laboratori di ricerca LAPEI (Laboratorio per la progettazione ecologica degli insediamenti) e LARIST (Laboratorio per la rappresentazione identitaria e statutaria del territorio). Dall’integrazione dei settori della rappresentazione territoriale e della progettazione partecipata, coopmhc ha sviluppato metodologie originali di gestione di processi partecipativi e di descrizione dei caratteri dei luoghi, in particolare attraverso l’uso innovativo delle Tecnologie di Informazione e Comunicazione Geografica e dell’applicazione di tecniche di ascolto, coinvolgimento, partecipazione, comunicazione. Tali tecniche favoriscono l’interazione con un pubblico diversificato e riescono a rendere visibili, comprensibili e comunicabili i valori coinvolti e le conseguenze delle azioni di trasformazione proposte. I componenti della cooperativa sono altresì da tempo attivi professionalmente nei campi dell’urbanistica e della pianificazione, alle varie scale territoriali. Lavorano in team professionali applicati alla costruzione di piani e progetti sostenibili urbani, territoriali, ambientali, in particolare alla strutturazione di processi di coinvolgimento diretto degli abitanti, anche in contesti con problematiche complesse che necessitano di  soluzioni inedite e condivise [community planning].
Nello specifico, l’attività della cooperativa si può dividere nei tre campi specifici sotto sintetizzati.

Local survey: include la costruzione di “Atlanti del territorio” (ad esempio, per il PPTR della Regione Puglia); strumenti web interattivi per la rilevazione della percezione sociale del paesaggio e per la mappatura dal basso di elementi di qualità urbana (progetto Florence Emotional Map); redazione partecipata di “mappe di comunità”, in occasione di diversi strumenti di pianificazione alle diverse scale (comune di Montespertoli, comune di Dicomano, Piano paesaggistico della Regione Puglia); Mappe interattive della qualità percepita degli ambienti di vita delle popolazioni (da convenzione europea del paesaggio), ad esempio Strade della Salute per la Regione Toscana; fino a rilevamenti territoriali di dettaglio come il rilievo fotografico georeferenziato del patrimonio edilizio per il Piano Operativo del comune di Scansano.

Geovisual communication&design: redazione di “immagini guida”, visions territoriali (ad esempio, redazione del Master Plan del Parco delle Grandi Cascine per il comune di Firenze) e Comunicazione di politiche territoriali pubbliche, come il Monitoraggio delle esperienze di partecipazione in applicazione della L.R. Toscana 65/2007. Realizzazione di infografiche, data-visualization e rappresentazioni cartografiche di forte comunicatività visiva.

Community planning: redazione di piani e progetti partecipati, come il progetto di spazi pubblici e aree verdi realizzate per i comuni di Lastra a Signa e di Montecatini Terme, Scenari di trasformazione per il Piano Territoriale di Coordinamento della Provincia di Prato, Masterplan del Parco Fluviale della Media Valle dell’Arno per il Circondario Empolese Valdelsa, il processo di pianificazione partecipativa del Piano Urbanistico Comunale di Sestri Levante, del Piano Operativo e relativa VAS del comune di Scansano, del progetto Da Scuola a Scuola per il comune di Bagno a Ripoli.

La cooperativa di lavoro Coopmhc è composta dagli architetti e urbanisti: Massimo Carta, Sara Giacomozzi, Anna Giani, Fabio Lucchesi (responsabile accademico dello spin off ), Anna Lisa Pecoriello, Adalgisa Rubino, Giovanni Ruffini (presidente e legale rappresentante).

cascine